Easydive

Un caffè con la moglie di Hemingway

Un caffè con la moglie di Hemingway

#libriespressi: “Una moglie a Parigi”

Ritrovarsi al Caffè nei secoli scorsi, come già abbiamo accennato, ha dato vita ai più interessanti dibattiti artistici di ogni tempo. Un luogo di incontro dove pittori, musicisti, critici, ma soprattutto scrittori, si sono scambiati idee, opinioni e hanno partorito romanzi entrati nella storia della letteratura mondiale.

Gli anni Venti sono stati gli anni della rivoluzione letteraria moderna: usciti dalla Grande Guerra, la prima a coinvolgere così tante nazioni, giovani artisti avevano voglia di cambiamenti, avevano toccato con mano la caducità della vita, e riversavano tutta la loro voglia di riscatto, di innovazione e di divertimento nelle loro opere.

  • Una moglie a Parigi
  • Tutte le mogli di Hemingway
  • Lettura perfetta se...


Una moglie a Parigi

Nel romanzo Una moglie a Parigi, l’autrice Paula McLaine racconta la vita che gira intorno ai caffè letterari di Parigi, negli anni immediatamente successivi alla Prima Guerra Mondiale. Lo fa attraverso la voce di Hadley Richardson, la giovane moglie dell’allora sconosciuto Hernest Hemingway.

La coppia, negli anni Venti, si trasferì in Europa e trascorse moltissimo tempo a Parigi. Il giovane Hemingway è subito attratto dalla vita bohemiana della capitale francese e il suo talento e la sua ambizione lo spingono a frequentare i Caffè più alla voga tra le menti artistiche della città. Ha modo di stringere amicizia con Picasso, Scott e Zelda Fitzgerarl, John Dos Passos, che gli apriranno le porte del celebre salotto di Ezra Pound e Gertrude Stein, in grado di dargli fama e denaro.

Hadley racconta tutto con i suoi occhi ingenui e le sue fragilità. Lei è ancora legata alla sua terra, più tradizionalista e bigotta. Ama la musica classica - è una pianista - non si interessa di moda e porta ancora acconciature vittoriane.

“Qui è così bello da far male” disse Ernest una sera mentre andavamo a cena al caffè di rue des Saint-Pères, di cui oramai eravamo diventati clienti abituali. “Non ne sei innamorata?”
No, non ancora, ma mi riempiva di meraviglia.

Il romanzo abbraccia il periodo in cui Hemingway, da signor nessuno, diventa colui che oggi conosciamo e Paula McLaine, perfettamente calata nei panni della moglie Hadley, ci rivela quello che è potuto essere il passaggio psicologico dell’artista, catapultato in un mondo nuovo. Ma quello che più colpisce è la cornice che rende ancor più bella la storia: le descrizioni di Parigi, dei viaggi e dei luoghi visitati dai coniugi Hemingway in Europa, le conversazioni e le descrizioni dei caffè e degli artisti - reali - che popolano le pagine di questo romanzo.


Tutte le mogli di Hemingway

Nel 1927 Hadley ed Hernest divorziano. Nel romanzo, però, viene affrontato anche il suicidio dello scrittore.

Dopo, Hemingway si sposerà con Pauline Pfeiffer, conosciuta proprio a Parigi e diventata amante dello scrittore sotto gli occhi di Hadley che, nel mentre, è diventata madre del piccolo Bumby, come i genitori chiamavano il piccolo Jack Hemingway.

Oltre a Jack, Hemingway avrà altri due figli, proprio da Pauline.

Hernest non aveva solo tanta creatività e voglia di arrivare. Il suo temperamento molto forte lo portavano a cercare emozioni e avventure sempre più estreme, anche extraconiugali: nel 1940 sposa Martha Gellhorn, nota reporter di viaggi.

Il loro idillio si concluderà appena dopo la guerra, nel 1945, quando Hemingway convola a nozze con Mary Welsh, giornalista.

Mary rimarrà accanto ad Hemingway fino alla sua morte e sarà lei a comunicare a Hadley, la prima moglie, la moglie parigina, del suicidio di lui.


Lettura perfetta se...

Sono iniziati i primi freddi e per il vero lettore è una manna: il posto più comodo sul divano, plaid, tazza di caffè bollente, magari il camino acceso, pronti per la lettura dell’ultimo libro preso.

Una moglie a Parigi vi regalerà incredibili emozioni e vi catapulterà nella Parigi bohemien rievocandone luoghi, personaggi, colori e sapori.

Sapori intensi che può offrire solo chi sa portare l’Eccellenza del bar direttamente a casa tua.


Ultime dal blog

Liquore al caffè fai da te

Liquore al caffè fai da te

Un brindisi alla nuova stagione con il caffè. Per non rinunciare alla... approfondisci...

Come riciclare il caffè

Come riciclare il caffè

Certo è che non c'è niente di meglio di un'eccellente tazzina di caffè per spezzare... approfondisci...

Caffè sotto i faggi di Marrakech?

Caffè sotto i faggi di Marrakech?

​Che sia espresso, americano o marocchino, l'importante è che sia... approfondisci...